Franco Lomartire
il copione
il copione
il copione

Copione è un termine preso a prestito dalle arti teatrali e cinematografiche, ed è la parte che un attore svolge nell’ambito di una rappresentazione, composta da un cast di personaggi, con i loro dialoghi, atti e scene, temi e complicati intrecci che si snodano verso un momento culminante e terminano con il calare del sipario. Le storie raccontate, fin dal tempo dei greci attraverso le ‘tragedie’ e ancor prima, e rappresentate in un palcoscenico sono sempre tratte dalle esperienze umane.

Come tutte le storie, anche la nostra ha un punto di inizio, un suo svolgimento e un finale. Questo finale corrisponde con la morte.

L’aspetto interessante di tutto questo è che, ciascuno di noi, con ogni probabilità, scrive la propria storia nella prima infanzia, ancor prima di essere abbastanza grandi da saper dire qualche parola. Più avanti nell’infanzia, vi aggiungeremo altri dettagli. All’età di sette anni sarà quasi completamente scritta e potremo rivederla ulteriormente durante l’adolescenza. Da adulti, pur non consapevoli della storia di vita che abbiamo scritto per noi, è tuttavia molto facile che la seguiremo fedelmente.

Così impostata la nostra vita, è assai probabile che ogni nostro comportamento, pensiero e/o emozione costituisca un passo ulteriore verso il finale che abbiamo deciso da bambini (tornaconto del copione).

Il libro inizia con una parte generale che analizza i bisogni dell’essere umano e la motivazione che lo spinge a realizzare tali bisogni. Per questo ho accennato alla gerarchia dei bisogni elaborata dallo psicologo americano Abraham Maslow. Fra i cinque bisogni da lui descritti, ne ho individuato uno in particolare che oltre ad essere fondamentale per la sopravvivenza, sta alla base dell’omeostasi psicologica dell’individuo. Berne lo definisce tanto importante quanto il nutrimento: è il bisogno di riconoscimento, che in età infantile corrisponde alla sana accettazione dei genitori, in particolare della madre, che si manifesta attraverso il calore del contatto fisico, le carezze e l’amore incondizionato.

A questo punto il libro tratta dell’Analisi Transazionale secondo cui la struttura della personalità di ogni individuo è costituita da tre nuclei distinti: gli stati dell’Io. Questi stati vengono raffigurati con tre cerchi adiacenti, disposti uno sopra l’altro, e prendono il nome di: Stato dell’Io Genitore, Stato dell’Io Adulto e Stato dell’Io Bambino.




scarica il .pdf della
        presentazione del libro

 

copyright© 2008 Franco Lomartire - San Donà di Piave (Ve) - P.zza Indipendenza, 1 - cell. 3483549665                                                                                                             privacy | credits